giochi bisex con mio fratello

Erano passati anni da quei giochi zozzi, come li chiamavamo allora, fatti di nascosto da mamma e papà durante la notte o nascosti in bagno con mio fratello maggiore, e, nonostante, nel frattembo avessi preso gusto anche alla patatina, avevo sempre avuto voglia di riprenderli ed andare fino in fondo provando tutto. I giochi si erano interrotti quando mio fratello aveva deciso che non voleva più studiare e mio padre lo aveva spedito da parenti tedeschi per lavorare in una fabbrica di birra e studiare metodi per fare la birra che poi gli trovassero un lavoro una volta tornato in Italia.
Io non vedevo l’ora di riprendere ma purtroppo mio fratello era tornato non solo con i soldi per prendersi un appartamentino per conto suo in città dove ha iniziato subito a lavorare, ma pure con una ragazza tedesca e le mie fantasie erano sfumate. Però ho finalmente avuto una possibilità e l’ho sfruttata al massimo.
Lui aveva litigato di brutto con la sua crukka che se n’era tornata per un po’ in germania e lui era tutto solo, così ho preso il treno e l’ho raggiunto, i miei primi tentativi di riporendere i giochi si sono infranti nei suoi “No, ormai siamo grandi, mi piace la figa e pure molto, non rompere le palle e accontentati della tua ragazzina, etc, etc,…” Lo ammetto, mi stavo arrendendo, mi ha salvato l’idea di andare in bagno a farmi una sega, ancora incazzato per il viaggio inutile che pensavo di aver fatto ho dato un calcio al cesto della biancheria sporca che si è rovesciato e io ho potuto vedere che c’era un perizoma supersexy che doveva essere della fidanzata e ho deciso di fare un ultimo tentativo.
Mi sono spogliato completamente le ho indossate, ho messo, rischiando le caviglie, un paio di scarpe col tacco sempre della crukka e sono andato da mio fratello. E’ rimasto sbalordito e prima che potesse urlarmi di andre a rivestirmi ho iniziato ad ancheggiare e sculettare per lui.
Ha funzionato, anche se all’inizio mi ha detto di piantarla ho visto il suo sguardo brillare di eccitazione come quando facevamo le nostre porcate illuminati solo dalla lucetta del comodino cercando di non fare rumore. Alla fine ha ceduto, si è tolto le scarpe cominciando a slacciarsi i calzoni e mi ha detto: “Vieni qui cagnolino che ho un bell’osso da darti”. Ho finalmente potuto rigiocare con quell’uccellone che desideravo tanto mentre mio ftatello mi andava a cercare il culo con le mani, ad un certo punto mi ha detto: “Ehi fratellino, qualche anno fa non lo avevi così aperto, ti sei gia fatto trombare da qualcuno?” Offeso gli ho detto di no, avrei avuto diverse possibilità dato che vado in piscina e ho spesso capito nelle doccie chi poteva essere interessato al mio culetto, ma avevo deciso di aspettare lui perché era il suo cazzo che volevo, e che, siccome lui è molto dotato (ed è vero, non l’ho detto per fargli un complimento), per fare in modo di essere pronto per prenderglielo, mi ero preparato da solo dilatandomi il buchetto con vari oggetti tra cui ortaggi, utensili, etc.
Al che mi ha detto: “Ma davvero vuoi che ti inculi?” Gli ho detto di si, allora mi ha fatto mettere alla pecorina, mi ha unto con della crema nivea e finalmente me l’ha fatto sentire in culo. Nonostante mi fossi abbondantemente preparato il cannone di mio fratello mi ha tolto il fiato e mi ha fatto ammosciare il mio che fino a quel momento era in tiro, ma quando mi sono abituato ha iniziato a piacermi molto e a piccoli scatti il mio uccello si è rimesso sull’attenti, mio fratello era arrapatissimo, sia perche era il primo culo che scopva, la crukka non glielo da, sia per il fatto che il suo cazzo mi piacesse così tanto. Abbiamo goduto come porci ed era solo l’inizio. Il sesso tra uomini è il massimo, non ci sono quelle pippe mentali che fanno le ragazze del tipo: “ma pensi solo a quello, ma sei un maniaco, ma guarda che mi devi rispettare, e altre. Mi ha scopato così tanto che in treno al ritorno da quel fantastico periodo ho fatto il viaggio in piedi da quanto avevo il culo indolenzito e ho dovuto dormire su un fianco o a pancia sotto per diversi giorni ma non mi sono affatto pentito e, ogni volta che la crukka va in germania, io parto per andare da lui e ci diamo alla grande. Se avete o avete avuto esperienze simili e vi va di scambiare commenti esperienze e pareri la mia mail è grifonboy@yahoo.it. Non scrivetemi per incontri perché non sono interessato ad altri rapporti.