Giorgio e Monica. parte 14

Oggi pomeriggio ero a casa da solo dato che i miei erano fuori così, per passare un pò il tempo, avevo deciso di farmi una bella sega. Mi sono messo davanti al pc e sono andato sul mio sito porno preferito, guardando dei video di orge, lesbiche, coppie ecc..per non farmi la solita sega ma per variare un pò, ho preso il tubo di lubrificante che tengo in bagno per ogni evenienza (facilitare l’ingresso nel culo di monica da parte mia o di altri ragazzi nel mio posteriore) e mi sono spalmato il cazzo con il lubrificante..la masturbazione era decisamente più scorrevole ed eccitante. Poi mi venne voglia di toccarmi le palle e di lì ci misi poco ad arrivare al buco del culo. Iniziai a infilarmi un dito ma non mi bastava..tornai in bagno, presi un tubetto di deodorante e lo spalmai col lubrificante..lo misi sulla sedia e mi sedetti sopra di esso..ci volle un pò ma entrò, scivolò dolcemente nel mio ano..l’eccitazione era massima, così ripresi a segarmi guardando una compilation di sborrate..non l’avessi mai fatto..
Mi venne una voglia matta di bere sborra..
Chiamai alberto e gli dissi di raggiungermi a casa..arrivò in 15 minuti. Decisi di fargli una sorpresa, pertanto appena scese dall’ascensore mi trovò in ginocchio davanti a lui, nudo, col cazzo in tiro e la bocca spalancata..rimase di sasso dato che ero sul pianerottolo ma per fortuna nessuno uscì dall’appartamento di fianco. Alberto era ancora sorpreso quando gli slacciai i jeans sulla porta dell’ascensore..tirai fuori dalle mutande i suoi 26 cm di uccello e 6 di diametro..era ancora molle ovviamente ma ci impiegai meno di un minuto a farglielo indurire..appena gli si rizzò completamente mi alzai, gli presi il cazzo con una mano e lo tirai fino in casa..chiusi le porta e lo portai in camera mia facendolo accomodare sul letto e spogliandolo completamente. Poi presi il tubo di lubrificante al sapore di pesca, me ne versai un bel pò in bocca, mi accomodai sul letto e gli presi in bocca l’uccello..ero deciso a fare il pompino più bello della mia vita, in modo da far eccitare così tanto alberto da farmi inondare la bocca con la sua sborrata fenomenale..gli tenni la cappella stretta fra le labbra, facendo sgorgare pian piano il lubrificante e spalmandoglielo a due mani sull’uccello..quando era ben oliato fu un giochetto da ragazzi..spompinai e segai a due mani in contemporanea, massaggiandogli ogni tanto le palle..lo sentivo gemere da tanto era eccitato..allargò bene le gambe per permettermi di fargli un pompino migliore e le mie mani pian piano scivolarono sulle sue palle e sul suo culo, che era anch’esso ben oliato dato che il lubrificante era sceso fin lì..così volli provare una cosa che con alberto non avevo mai fatto prima..provai a fargli scivolare un dito nel culo (sapevo che si scopava indifferentemente ragazzi e ragazze ma non sapevo se lo prendeva anche nel culo dato che quando me lo scopavo vedendo le dimensioni del suo cazzo mi premeva solo prenderlo) e stranamente non face nulla..iniziai a lavorarlo con il dito medio finchè non ci infilai anche un secondo dito..a quel punto alberto mi prese la testa tra le mani, segno che stava per venire, ed esplose..non era mai venuto in quel modo esagerato..mi riempì completamente la bocca e quando lo fece mi tirai su, assaporando il tutto e inghiottendo un bel sorso di calda sborra come volevo all’inizio..nel frattempo alberto continuò a venire così poi gli leccai tutta la sborra che gli gocciolava sul ventre o che gli scendeva lungo l’uccello, godendo ad ogni leccata..quando tutto fu finito lo ringraziai, dicendogli che era stata un’ottima bevuta..ma lui rispose dicendo che non era mica finita..lo guardai incuriosito perchè non sapevo a cosa si riferiva..mi si gettò addosso, spingendomi contro lo stipite del letto e scese, prendendomi in bocca l’uccello! Rimasi a bocca aperta, perchè fino a quel momento non aveva mai mostrato questo suo lato..sentivo che era inesperto nei pompini, ma poi mi disse: “ora mi sistemo meglio così puoi lavorarmi il buco del culo dato che dopo mi dovrai montare e sfondare”. Così si girò, continuando a succhiare, mentre io iniziai a leccargli tutto il buco del culo, entrando alternativamente con lingua e dita e facendo abbondante uso del lubrificante..lui fece altrettanto e mi spalmò il cazzo e il culo..quando si sentì pronto si mise a pecora..ero il momento che aspettavo..glielo infilai e lo scopai senza sosta perchè ero troppo eccitato e ce l’avevo duro come il marmo..lui si lasciò montare per circa 5 minuti, fino a che il cazzo gli tornò duro..a quel punto mi fece smettere, e mi chiese di assumere una strana posizione..misi la testa giù dal letto, appoggiandomi per terra e tenni le gambe sollevate sul letto..lui da sopra infilò il suo uccello nel mio buco del culo e iniziò a scoparmi..mentre mi infilava la sua mazza facendomi urlare di piacere, mi prese il cazzo in mano e mi segò..quando dovetti venire glielo dissi: lui allora puntò il mio uccello verso il mio viso e mi fece sborrare sulla mia faccia e nella mia bocca..subito dopo venne anche lui, ovviamente schizzandomi nella bocca..
E così il mio desiderio di bere un bel pò di sborra oggi si è avverato..