la mia seconda trans

Tempo fa vi ho parlato della mia prima esperienza con un trans, ebbene, qualche settimana dopo, preso dalla voglia, una sera in cui tra l’altro ero brillo, ho deciso di provarci di nuovo. Ma stavolta con una diversa e facendo una cosa diversa…
Allora la prima volta, la supertrans, aveva inscenato un finto match di lotta erotica, insomma la cosa mi aveva eccitato al punto da voler provare un rapporto di sola lotta erotica…
Dopo aver cercato quella che faceva al caso mio, la chiamo, Le chiedo se fa la lotta e lei mi dice che è esperta in dominazione.
Bene, accetto, prendo la macchina e da Treviso arrivo da lei in pochi minuti.
Una volta al piano, si apre la porta ed entro.
Quando me la trovo davanti vedo che è meno femminile di quella della prima volta, ma ha comunque due belle tette ed un fisico tonico.
Indossa una parrucca rosa lunga e dopo averle spiegato cosa voglio fare, accetta sorridente e dopo esserci accordati mi spoglio.
Entrambi siamo nudi.
Prima di iniziare ci meniamo un pò gli uccelli per farli venire duri…
Quando sono duri al punto giusto le do il via. Ci affrontiamo in una prova di forza, io spingo ma capisco che lei è abile e cerca di sopraffarmi.
Sono costretto ad arretrare finché mi trovo spalle al muro.
Lei non contenta mi da un colpo col suo uccello sotto le mie palle e mi fa cadere in ginocchio… io mi porto le mani alle palle e lei mi prende e mi tira su, mi passa le braccia intorno alla vita e mi solleva stringendomi fortissima, cerco di liberarmi ma non ci riesco e ansimo per la presa…ad un tratto lei mi molla e cado di nuovo in ginocchio.
È forte penso, così di scatto rotolo di lato e mi rimetto in piedi.
Lei però è veloce e in un’attimo mi è di nuovo addosso, stavolta più dura, mi prende per l’uccello e mi trascina per la stanza, mi porto le mani al pacco per staccare le sue e allora lei molla la presa, mi prende per i capelli ed un braccio e letteralmente mi lancia sul letto.
Di peso cado sul letto… ho giusto il tempo di mettermi pancia in su e rimanere sorpreso..è più piccola di me ma molto forte e abile.
In breve me la ritrovo sopra!
È un osso duro, mi blocca le braccia e usa le sue gambe per allargare e bloccare le mie..
Sono bloccato!!
Mi spinge le sue supertette in faccia e sono obbligato a succhiarle mentre col suo pacco mi tortura l’uccello strusciandosi.
Mi sussura che sono il suo schiavo e io ansimo per liberarmi…
Di scatto mi molla e mi blocca il busto tra le sue gambe in una stretta che mi toglie il fiato!
Cerco di liberarmi ma sento la stretta.
Lei ne approfitta e mi afferra il cazzo e me lo mena…
In pochi istanti sono talmente eccitato che inizio a bagnarmi, lei se ne accorge e ne approfitta per umiliarmi…
Sorride e dice “caro sei già tutto bagnato!” mentre continua a menare!
Dopodichè, mi lascia e si mette in posa 69!
Mi chiude la testa tra le sue cosce, mi afferra l’uccello e se lo mette in bocca!
Succhia da impazzire e di tanto in tanto si ferma per chiedermi se mi arrendo!
Alla fine non resisto più, le dico che sono il suo schiavo e che mi arrendo ma lei continua a torturarmi la cappella con la lingua finché distrutto sono costretto a cedere e venire!
Lei se ne accorge e un’attimo prima toglie la bocca e continua a menarmelo, schizzo tanto e lei per qualche istante mena ancora.
La imploro di smettere e così fa.
Mi chiede che è più forte, e dopo che le ammetto l’umiliazione, mi porge della carta per pulirmi, dopodichè mi aiuta a rimettermi in piedi.
Dopo essermi vestito si avvicina e mi bacia sulla guancia dicendomi “amore, stanotte mi hai stremato…sono sfinita”, io le ammetto che mi sento umiliato ed eccitato e lei sorride e mi bacia dicendo “torna quando vuoi”…
Esco, salgo in macchina e torno a casa distrutto…
Vorrei tornarci, giusto per la rivincita…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.