la vita comincia a 40 anni

Mi chiamo Jack ho 40 anni, sono un bell’uomo (almeno così dice mia moglie), mi tengo in forma andando in palestra 2 volte a settimana, normalmente dotato (20 cm), mia moglie Alice 35 anni, bella donna anche se non appariscente, un fisico asciutto, nonostante le due gravidanze, con una bella 4° di seno. Ho due figli un maschio di 15 anni e una femmina di 12.
Ho sempre avuto un buon appetito sessuale ed anche molto fantasioso con la voglia di provare tutto quello che il sesso poteva proporre. Quando ho conosciuto Alice lei aveva 19 anni, aveva avuto altre esperienze sessuali ed anche a lei piaceva il sesso. Ci siamo sposati dopo 6 mesi che ci conosciavamo. Io le ho proposto subito di sposarmi perchè: 1°) perchè mi sono innamorato subito di lei; 2°) perchè era bravissama, e lo è tutt’ora, a fare i pompini; 3°) lei non aveva mai fatto del sesso anale e aveva deciso che avrebbe dato il culo solo a suo marito la prima notte di nozze, e io volevo essere il primo ad avere quel culo.
Dopo 15 anni di matrimonio, due figli la nostra voglia di fare sesso non è mai diminuita, anzi ora che i figli erano grandi andava sempre meglio. Siamo sempre stati tutti e due disinibiti, parliamo spesso delle nostre fantasie, non solo quando siamo a letto o davanti ad un film porno, anche quando orecchie indiscrete non ci sentono.
In questi anni molte delle nostre fantasie sono rimaste tali visto che dovevamo crescere due figli.
Fra le tante, la mia fantasia più frequente è quella di scopare mia moglie insieme ad un altro uomo, farle provare la doppia penetrazione. La fantasia di mia moglie è quella di guardarmi mentre mi faccio sverginare e inculare da un uomo. Io le ho proposto di farlo lei con un vibratore, ma lei si è sempre rifiutata perchè vuole che la mia prima volta sia con un cazzo vero.
Dove trovare un bell’uomo, possibilmente ben dotato, per realizzare le nostre fantasie? Non ci fidavamo molto di internet in quanto non tutti mettono le loro vere foto.
Un giorno in palestra, mentre ero sotto le docce, ho visto un uomo sui 40-45 anni, un fisico asciutto come il mio, e ben dotato (a riposo era come il mio ma un po più grosso) e visto che eravamo da soli nello spogliatoio mi sono fatto coraggio gli ho parlato della mia fantasia chiedendogli se era disposto a realizzarla. Lui, che si chiama Luca, ha accettato ad alcune condizioni: 1)che non fosse la scopata veloce di un’oretta o giù di lì, ma che passassimo un fine settimana di sesso nella sua baita in montagna; 2)avere la possibilità di uscare eventualmente anche dei vibratori: 3)di mia moglie voleva solo il culo e la doppia penetrazione anale. Ho accettato le sue condizioni.
A casa ne ho parlato con Alice, senza dirle la terza dondizione avevo paura che rifiutasse visto che di quello non ne avevamo mai parlato, e a lei andava bene. Siamo partiti il sabato mattina e in due ore siamo arrivati alla baita. Luca ci aspettava e ci ha preparato un pranzo leggero, ci ha messo subito a nostro agio specialmente Alice che era un po nervosa. Finito di mangiare io e mia moglie ci siamo accomodati sul divano davanti al camino acceso. Luca è arrivato subito dopo nudo, si è messo davanti a mia moglie, aveva il cazzo ancora a riposo, e le ha detto: “Tuo marito mi ha detto che sei favolosa a fare i pompini che ne dici di farmi provare?”. Mia moglie si è avvicinata e ha cominciato subito a leccarglielo, prima la punta e poi tutta la lunghezza, pian piano il cazzo di Luca ha cominciato a gofiarsi e Alice se lo è infilato in bocca. Luca: “Tu vuoi solo guardare?” Io mi sono spogliato e ho spogliato mia moglie mentre lei continuava a spompinarlo, le ho messo una mano sulla testa e la spingevo sempre di più sul quel cazzo che ora era diventato veramente grosso, faceva fatica a tenerlo in bocca; con l’altra mano le strizzavo i capezzoli. “Ti piace cara?”. Lei mi ha guardato e sorriso. “Si è bellissimo avere un cazzo diverso dopo 15 anni.” Luca: “Sei molto brava. Hai ragione Jack se non tiro fuori da questa bocca credo che potrei venire subito. Fattelo succhiare anche tu.” Mentre io le infilavo il cazzo in bocca Luca si è abbassato fra le sua gambe a leccarle la figa. “Ora che ne dici di farmi vedere come scopi tua moglie”. Io ho preso Alice e l’ho fatta sedere a cavalcioni sopra di me, l’ho penetrata in figa. Alice era già partita, molto eccitata e prossima all’orgasmo. Dopo aver baciato mia moglie con le mani ho allargato le sue chiapppe mettendo in mostra il suo buchetto. “Cosa ne dici di far provare a mia moglie la tua mazza? Perchè non glielo infili nel culo.” Luca si è mezzo dietro di lei, le ha appoggiato il cazzo nel buco e con un’unica spinta glielo ha infilato tutto nel culo. “ahhhhh”. Alice ha tirato un urletto di dolore, ma questo si è trasformato subito in mugolii di piacere e subito un orgasmo. Incitati dal suo godimento abbiamo cominciato a sbatterla sempre più forte. Io e Luca andavamo così in sintonia che sembrava lo facessimo da una vita, finchè non siamo venuti dentro insieme. Siamo andati in bagno fa fare una doccia e poi siamo saliti al piano superiore, dove c’era la camera da letto. Un’unica stanza dove c’era un letto enorme, sul comodino alcuni vibratori di varie forme, dildi e palline. Luca ha fatto stendere Alice sul letto, io mi sono portato fra le sue gambe a leccargliela, Luca sopra il letto glielo ha messo in bocca. Poi Luca mi ha detto di stendermi nel letto, ha fatto mettere Alice seduta sopra di me, poi l’ha distesa sopra di me, ha preso il mio cazzo in mano e lo ha infilato nel culo di mia moglie. Stavo quasi venendo al pensiero di quello che Luca stava per fare. Ero sicuro che lo avrebbe infilato nel culo insieme a me, visto quello che mi aveva detto nella sua condizione. E così è stato. Luca si è messo sopra mia moglie, ha appoggiato il cazzo nel suo buco del culo e ha cominciato a penetrarla. Alice cercando di divincolarsi ha cominciato a protestare: “Nooo, ti pregooooo. No due nel culo. Mi fai male. Me lo sfondi.” Io le ho sussurrato all’orecchio. “shhh cara, buona, stai ferma, vedrai che ti piacerà. Vedrai che bello avere due cazzi in culo.” Luca nello stesso momento le diceva: “Alice, hai un culo stupendo. Aperto sarà ancora più bello. Vedrai ti piacerà averli tutti e due dentro. Jack tienila ferma.” Detto questo glielo ha infilato dentro in un colpo. Siamo stati fermi per farla abituare ai due cazzi. Alice ha urlato di dolore e le scendevano le lacrime agli occhi. Dopo un po abbiamo cominciato a muoverci e subito Alice ha cominciato a godere. Luca: “Senti come è bello avere due cazzi in culo. Ti piace vero? Jack hai una moglie fantastica, una vera troia.” Io mi stavo eccitando sempre di più, sentivo mia moglie godere, il cazzo di Luca che si strofinava contro il mio. Risposi: “Siiiiii è stupenda, una vera troia. Alice ora sei veramente una vera troia.” E Alice nel mezzo di un’orgasmo: “SSSììììììì. Godoooo. Siete fantasticiiiii. Sono la vostra troia………”
Siamo andati avant così tutto il pomeriggio e tutta la sera. L’abbiamo penetrata in tutti i buchi e posizioni. Quando eravamo troppo spompati per ricominciare l’abbiamo penetrata con i vibratori. Alice ha avuto moltissimi orgasmi, nemmeno poterli contare. Finchè non ci siamo addormentati sul letto tutti e tre sfiniti.
La mattina dopo credo che sia stata mia moglie a svegliarsi per prima, scesca in cucina a preparare il caffè è stata raggiunta da Luca mentre io stavo ancora dormendo. In cucina, nudi (questa era un’altra condizione di Luca, nella sua baita niente vestiti) lui le si è messo dietro di lei mentre preparava il caffé: “Ti è piaciuto ieri? Sei stata soddisfatta? Ti è piaciuto avere due cazzi nello stesso buco? Hai realizzato la tua fantasia?” Alice: “Si è stato tutto stupendo. Non ricordo nemmeno quanti orgasmi ho avuto. Ma quello non è una mia fantasia, ma è quello di mio marito.” – “Credevo fosse anche una tua fantasia. E la tua allora qual’è? Ne hai una?” Alice, credo lo avesse pensato senza dirmelo, gli ha raccontato la sua fantasia: “Mi piacerebbe guardare mentre Jack si va sverginare il culo da un uomo.” Luca: “Tua marito non lo ha mai preso in culo? Nemmeno un vibratore?” – “No. Anche se lui mi ha proposto più volte di mettergli un vibratore nel culo, io ho sempre voluto che la sua prima volta fosse con un cazzo vero.” – “Vorresti che fossi io?” – “Se a te va sì” -“Ok andiamo a svegliare tuo marito.” Alice si stava già eccitando e gli chiese: “Tu lo hai mai preso in culo?” – “Si mi piace metterlo nel culo e mi piace anche prenderlo mentre mi sto scopando una donna.” Sono saliti in camera e io che stavo ancora dormendo a pancia in giù mi sono svegliato con mia moglie che mi baciava il collo e aveva infilato una mano sotto di me a toccarmi il cazzo, che nel frattempo si stava ingrossando. Poi ho sentito le mani di Luca che mi toccavano il culo. Poi Luca mi ha fatto mettere a pecorina, “Jack mettiti a pecorina. Tua moglie vuole realizzare la sua fantasia. Alice leccagli il culo e lubrificalo con la saliva.” Ho capito che da li a poco sarei stato sverginato. Mia moglie dietro di me che mi leccava il culo, Luca nel frattempo mi faceva una sega. Io ero molto eccitato non aspettavo altro. Ad un certo punto mia moglie si è spostata, si è seduta sul letto a guardarci e Luca appoggiato il cazzo sul mio buchino vergine ha cominciato a spingere. Mi faceva male. Visto che cercavo, involonariamente, di allontanarmi perchè sentivo dolore, Luca mi ha preso per i fianchi e con un’unica spinta me lo ha mezzo tutto dentro. Ho tirato un urlo “HHHHHHHHaaaaaaaaaiiiiiiii…….. che male.” Alice mi ha preso il cazzo in mano, che dal dolore si era un po ammosciato, facendomi una sega: “Amore dovessi vedere che bello. Il cazzo di Luca tutto dentro il tuo culo. E bellissimo. Mi sto eccitando.” Luca ha cominciato a muoversi dentro e fuori. Spingeva il cazzo in profondità con un colpo per poi farlo uscire quasi completamente. Quasi subito il dolore è sparito e ho cominciato a provare piacere. “Sììììììì. Cazzo se è bello. Sìììììì Luca continua cosììììì. Sfondami.” Sono venuto e subito ho sentito un liquido caldo nel culo, era venuto anche Luca. Siamo andati tutti e tre a fare la doccia, poi siamo tornati in camera e abbiamo continuato a fare sesso. Abbiamo scopato insieme Alice, a lei la doppia penetrazione è piaciuta moltissimo. Il mio cazzo e quello di Luca nel culo, poi sempre insieme, nella figa. Abbiamo anche infilato il cazzo di Luca con un vibratore nel culo di Alice, mentre contemporaneamente il mio cazzo e un vibratore nella sua figa. Non è mai stata così aperta. Lei urlava per gli orgasmi. Io sono stato inculato da Luca un’altra volta mentre leccavo e infilavo un vibratore in figa a mia moglie. Io, per la prima volta, ho inculato Luca mentre lui si scopava mia moglie.
Siamo andati avanti così tutta la mattina.
Alle 5 del pomeriggio siamo saliti in macchina per tornare a casa. Prima di andare via Luca ci ha chiesto se volevamo realizzare una sua fantasia: “Mi piacerebbe portarvi a casa di amici per un’orgia.” Io e mia moglie ci siamo guardati e sorridendo gli abbiamo risposto di si.
Ma quella sarà un’altra storia.