trasgressivi senza volerlo

La situazione che stiamo narrando,fa parte della nostra vita,intimissima. Abbiamo deciso di raccontarla,dopo tanto tempo dal fatto, un po’ per esibizionismo, un po’ per trasmettere al lettore l’eccitazione che il ricordo sa procurarci ancor oggi.Siamo oggi una coppia di 52 anni; ci siam conosciuti alle superiori,poi,insieme laurea e matrimonio.Vita intima molto attiva:anche se mia moglie,talvolta mi diceva molti “no”.Quanto stiamo raccontando risale a otto anni fa:il giorno del mio 44 compleanno.Avevamo programmato tutta la giornata solo per noi due: i figli affidati ai nonni e noi due con cellulari spenti per tutti.In segreto da mia moglie, tramite un’agenzia immobiliare avevo affittato un monolocale per una settimana in una citta’ poco lontana dalla nostra. (per meno gg non era possibile)Per aver modo di essere “liberi”.Due gg prima vi avevo portato il video registratore e collocato una videocamera nella stanza da letto.Ero eccitato per quel momento solo per noi due,era la prima volta dopo tanti anni.Mia moglie mi vedeva un po’ agitato-emozionato ed eccitato,dato che nei gg precedenti le giravo sempre attorno….Lei sorrideva maliziosa e mi stuzzicava a Sua volta.Partimmo la sera prima, con destinazione ufficiale per mia moglie,un albergo poco fuori.Quando entrai nel cortile condominiale,Lei mi chiese:”ma dove siamo?”.Parcheggiai,presi le nostre due borse,la presi sottobraccio e mi avviai verso la porta d’ingresso: Anna si guardava in giro in silenzio.Prendemmo l’ascensore ed arrivammo al 6^ ed ultimo piano ove era il nostro mini.Erano ormai le sette di sera del 30 di marzo.Arrivati al piano estrassi le chiavi e mi avviai verso la porta nostra; c’era un altro mini, e tante piante verdi,tanto silenzio ed in me tanta eccitazione.Aprii la porta del mini,deposi le borse e presi Anna in braccio,mentre lei soprpresa mi diceva “ma dove mi hai portato?”Con Lei in braccio andai verso la camera da letto e la deposi sul letto,andai a recuperare le borse e chiusi la porta.Anna dalla camera mi chiedeva “ma che idea ti e’ venuta?”Io Le dissi solo: “E’ la nostra luna di miele due”.Il mini era molto grazioso,silenzioso e creava intimita.Sistemammo le nostre cose e,io molto furtivamente misi in funzione la videocamera puntata sul lettone.Mi spogliai e mi aggiravo nudo ed eccitato.Anna a sua volta indosso’ una vestaglietta leggera che mi faceva tirare ancor piu’.Ogni tanto la prendevo e l baciavo,l’accompagnavo verso il letto e si giocava un po’ tra risolini e leccate reciproche.Il silenzio di quel contesto fu rotto da un vociare sommesso che si sentiva nel pianerottolo,mi avviai allo spioncino e guardai cosa potesse succedere:Vidi una ragazza altissima con solo perizoma ed autoreggenti che discuteva con un uomo.Chiamai mia moglie per farle vedere la scena mentre mi scappo’ un “che figona!”Anna guardo’ a Sua volta e disse” che alta!”Nel frattempo si senti’ un po’ di tambusto: guardai e vidi la porta dell’ascensore chiudersi e la ragazza che si teneva una mano sul volto e un rivolo di sangue che Le colava dal volto:Era appoggiata alla porta e sembrava stordita:Anna mi disse “cosa facciamo?”.Mi misi un asciugamano ai fianchi ed aprii la porta recandomi verso la ragazza,Anna in vestaglietta e scalza mi segui tenendo un asciugamano in mano.La ragazza vedendoci ebbe un sussult,fece per rientrare,ma Le dissi aspetti,Anna le poggio’ l’asciugamano sul volto:era veramente altissima.La ragazza,mormoro “non e’ nulla,grazie”.Anna cercava di fermarle il sangue che colava sulseno nudo.Ci invito’ ad entrare,io andai a prendere le nostre chiavi e chiusi la nostra porta,andai da loro,Anna aveva bagnato d’acqua l’asciugamano e le trovai nella camera.Era un appartamento molto intimo,luci soffuse,tende e una musica in sottofondo.Ora si vedeva bene il gonfiore sotto l’occhio e sul naso della ragazza,il sangue si era fermato e si era pure calmata.Ci presentammo e scusammo per l’intromissione:si chiamava Laura ed il tipo era un suo amico….geloso.Iniziammo a chiacchierare,Raccolsi una vestaglia e la porsi a Laura perché le sue tette al vento,ora mi facevano effetto.La guardai bene ed ebbi kodo di constare che era una gran figa.Gambe lunghe,tette dritte ed un culo alto,bel volto,ora deturpato.Parlammo un po’ poi Anna la invito’ da noi,Lei accetto’ e ci avviammo nel nostro mini:Laura era sempre mezza nuda e mi faceva effetto….Anna se ne accorse e mi fece uno sguardo scuro di rimprovero.Anna prese dal nostro frigo una vaschetta di gelato (unico genere di conforto..)ne preparo’ tre coppette e con molto umorismo disse a Laura “o lo mangi o lo metti sull’occhio”,ridemmo tutti e tre.Il nostro dialogo era ormai molto fluido e confidenziale: Anna racconto’ della nostra “fuga”di piacere e Laura molto dispiaciuta si scuso’ per il contrattempo,poi disse di attendere un momento,si reco’ nel suo appartamento.Io presi Anna per i seni e la baciai con passione e desiderio facendole sentire il cazzo duro chiuso nell’asciugamano.Lei i diceva stai buono,stai buono:non mi era facile. Laura torno’ con tre coppe ed una bottiglia di spumante,si era cambiata vestaglia,ne indossava una fucsia con sotto un perizoma dello stesso colore:io mi sentivo scoppiare.Anna mi guardava e capiva il mio stato.Laura stappo’ la bottiglia e brindo’ al mio compleanno….l’effetto euforico inizio’ a fare la sua comparsa:Anna rideva,Laura pure ed io ero seduto per no far vedere il gonfio tra le gambe.Ad tratto Anna disse “andiamo in camera mi gira tutto”. Sempre ridacchiando mi precedettero e si tuffarono sul letto. Io mi sedetti su un angolo cercando di celare la mia erezione.Anna e Laura se la ridevano,poi mia moglie si tolse la vestaglietta e rimase in perizoma,vidi Laura che la guardava e cio’ mi eccito’ ancor piu’.D’un tratto Laura prese Anna ed inizio’ a succhiarle i seni,Anna rideva ed iniziava a gemere sotto i colpi di lingua sempre piu’ decisi e maliziosi.Laura ruppe i laccetti del perizoma di mia moglie ed affondo’ la testa tra le sue gambe,ora Anna gemeva e si contorceva sotto il piacere che Laura le stava procurando.Alzava il bacino per incontrare quella lingua.Io ero stravolto: mi tolsi l’asciugamano e rimasi in tutta la mia erezione,la mano di mia moglie mi prese la cappella e la strinse ,Laura a sua volta si giro’ verso di me e mi bacio’ in bocca facendomi sentire il sapore della figa di mia moglie.la sua lingua mi danzava fino in gola in un bacio mai conosciuto,Anna mi aveva preso in bocca il cazzo e mi stava facendo morire di piacere.Quel che vidi mi eccito’ ancor piu’:Laura si era tolta il perizoma e tra le gambe aveva un cazzo di almeno il doppio del mio!Era un transex!Lo vidi affondare quel bastone di carne nella figa di mia moglie che emise un gemito lunghissimo facendomi sentire i denti attorno alla mia cappella.Laura inizio’ a scoparla con foga inaudita.ad ogni colpo anna gemeva a lungo inarcando il bacino,ormai sentivo solo i gemiti di mia moglie che stava godendo.Guardavo la scena e mi masturbavo.Laura mise in ginocchio Anna e piano le infilo’mquel cazzo enorme nel culo ed ancora la sbatte’ conforza quasi cattiva.Anna ansimava e gemeva abbandonata al piacere. Duro’un bel po’,io guardavo estasiato;Laura era ancora opiu’ bella con quel cazzo bellissimo che la rendeva ancor piu’sensuale.Poi Laura usci’ da mia moglie,mi venne vicino e senza una parola mi infilo’ in bocca il suo cazzo iniziando a scoparmi in bocca.Io succhiavo avido quel cazzone enorme che mi entra fino in gola: Laura mi disse “ecco il mio regalo ndi compleanno”,sentii in getto caldo in gola,Laura mi tenne stretto per la testa e mi obbligo’ a bere tutta la sua sborrata.Ighiottii a lungo quella sborra calda e dolce.Ilcazzo di Laura non divenne floscio: mi fece stendere supino,Anna mi sali cavalcioni e Laura inizio’ la doppia con mia moglie che urlava di piacere.Scopammo tutta la notte in un crescendo di piacere mai conosciuto. Ci salutammo con nostalgia.Ma non fini’ li’: il mini era mio per ancora sette giorni. Vi tornai da solo e Laura mi ha fatto conoscere un nuovo piacere scopandomi nel culo con la stessa foga che aveva usato con mia moglie.Poi ultima sera siam tornati con mia moglie e mi son fatto vedere scopato…mentre godevo fino a gemere e cercare quel cazzo che mi spaccava il culo.Ora ricordiamo quel compleanno!
.